Come si guida nel mondo?

3 min tempo di lettura
Ogni Paese è unico quando si tratta di guidare la macchina. In che modo? Spesso è ben diverso da quello che pensiamo.
GERMANIA
GERMANIA
GERMANIA
GERMANIA

La prima associazione: Germania e autostrade. In questo Paese si può andare veloci come si vuole.

La realtà: Circa il 70% delle autostrade tedesche non hanno, è vero, un limite di velocità, ma tuttavia sono talmente trafficate che compare un limite di velocità, sistematico, e pertanto i tedeschi sono costretti a “frenare” il loro modo di guidare. La causa frequente? Code o traffico a rilento. Nel 2016 le ore di code contate ammontavano a 419.000, con tendenza verso l’alto.

ITALIA
ITALIA
ITALIA
ITALIA

La prima associazione: lo stile di guida degli svizzeri è preciso come un orologio.

La realtà: Per quanto riguarda il rispetto dei limiti di velocità, in effetti, si è precisissimi. Questo perché si commette un reato se si viaggia in autostrada ad una velocità superiore di 25 km/h rispetto ai 120 massimi previsti. L’ammontare della sanzione pecuniaria dipende dal reddito del guidatore. Nel 2010 uno svedese che stava correndo a 290 km/h è stato fotografato dall'autovelox e ha dovuto pagare la clamorosa multa di 782.000 euro.

SVIZZERA
SVIZZERA
SVIZZERA
SVIZZERA

La prima associazione: i norvegesi sono tolleranti, rilassati e di buon umore, come tutti gli scandinavi.

La realtà: Nessun norvegese lo contraddirebbe. Ma se si parla di fumo, allora sono estremamente intolleranti. La legge contro il fumo non risparmia neanche i guidatori che fumano nella propria auto: chi viene beccato all’interno di un abitato con la sigaretta in mano mentre guida paga ben 175 euro di multa. Per l’introduzione di questa legge era presente una campagna pubblicitaria che diceva: “L’unica cosa che affumichiamo qui è il salmone.” I norvegesi ne sanno di come si fa ridere.

 

NORVEGIA
NORVEGIA
NORVEGIA
NORVEGIA

La prima associazione: i norvegesi sono tolleranti, rilassati e di buon umore, come tutti gli scandinavi.

 

La realtà: Nessun norvegese lo contraddirebbe. Ma se si parla di fumo, allora sono estremamente intolleranti. La legge contro il fumo non risparmia neanche i guidatori che fumano nella propria auto: chi viene beccato all’interno di un abitato con la sigaretta in mano mentre guida paga ben 175 euro di multa. Per l’introduzione di questa legge era presente una campagna pubblicitaria che diceva: “L’unica cosa che affumichiamo qui è il salmone.” I norvegesi ne sanno di come si fa ridere.

 

RUSSIA
RUSSIA
RUSSIA
RUSSIA

La prima associazione: il Far West ad Est.

La realtà: Prendiamo Mosca. Una megametropoli con milioni di persone. Il traffico è incredibile. Soprattutto all’ora di punta. Ovviamente è un momento particolarmente “passionale”. Ma non appena ci si scontra e ci sono danni alla carrozzeria, le due controparti devono aspettare l’arrivo della polizia e non possono spostare i veicoli dal punto esatto dell’incidente, neanche se si rischia di creare una coda. Questo perché un possibile insabbiamento dell’accaduto è reato. E qua sì che si può parlare di ordine.

INDIA
INDIA
INDIA
INDIA

La prima associazione: Ci sono mucche in mezzo alla strada e non vengono spostate o investite.

La realtà: È proprio così! Le mucche sono considerate sacre dagli induisti. Ma anche in India il tempo non si è fermato. Le mucche che si muovono liberamente nella capitale Nuova Delhi sono dotate di microchip, in questo modo si sa dove si trovano. Qualora una mucca venga investita su un’autostrada (sì, ce ne sono anche lì!), il gestore paga i costi veterinari e di trasporto.

STATI UNITI D'AMERICA
STATI UNITI D'AMERICA
STATI UNITI D'AMERICA
STATI UNITI D'AMERICA

La prima associazione: gli americani guidano enormi pick-up che fanno mangiare la polvere

La realtà: Magari era così prima. Il punto è che anche in America c’è stato un grande cambio di mentalità riguardo i temi della protezione ambientale e della sostenibilità. Delle leggi già approvate renderanno in futuro la vita più difficile alle auto più potenti tramite restrizioni incisive. Al più tardi a partire dal 2025, le nuove automobili potranno avere un consumo di massimo 4,3 litri/100 chilometri. Il fatto che gli americani si stiano preparando lo dimostra il boom del mercato delle auto elettriche. Con dei numeri di vendita che superano 130.000 veicoli solo nell’anno 2016, le statistiche di immatricolazione prevedono una crescita del 33% sulle vendite rispetto all’anno precedente    

Che si tratti di mucche in mezzo al traffico, di autostrade senza limiti di velocità o di salmoni affumicati, c’è solo un modo per capire veramente come si guida nel mondo: farlo in prima persona. Ed è anche molto più divertente. Buon viaggio!

LA NUOVA GENERAZIONE DI UNA VISIONE.

La BMW i8.

Scopri altro