Superare ogni limite

2 min tempo di lettura
Prestazioni elevate su ogni terreno è il motto della nuova BMW X3. BMW e tre sportivi sul significato del superare i propri limiti. Avventura, curiosità e piacere della scoperta.

Il 17 dicembre 2018

Era l’onda più grande, la più potente, e che paura! Ma anche che magia.
Freddie Meadows

surfista estremo

“Da quando ho 14 anni, quasi ogni cosa che faccio ha a che fare col surf. Riesco addirittura a convincere mia mamma ad accompagnarmi in spiaggia in inverno e con la neve. Un giorno cominciai a fare surf in Norvegia anche a nord del Circolo Polare Artico. Due anni e mezzo fa, io e miei amici ci mettemmo in strada per una spedizione lungo la cosa svedese. Eravamo in giro sempre con la mia BMW, in una zona che non conoscevamo ancora. Il quarto giorno trovammo un’onda che a guardarla mi scesero le lacrime. Le demmo un nome: Valhalla. Era l’onda più grande, più potente, più paurosa, più bella e più magica che io abbiamo mai visto in Svezia. Ero ormai da sei ore buone nell’acqua gelida, un grado appena, e ne uscii che ero l’uomo più felice della terra.”

Ogni volta che guardavo in alto verso le vette, dicevo ai miei genitori: ‘Quando sarò più grande voglio scalarle’.
Fátima Gil

scalatrice

“Le montagne le ho volute scalare da sempre, non  volevo fare solamente delle escursioni. Oggi, quando mi arrampico su un tratto particolarmente difficile, so sempre di poter cadere, nonostante il cavo di sicurezza. Pertanto è una lotta con quella parte della tua coscienza che dice: ‘Non ce la faccio’. Bisogna scacciare via la paura che ti impone dei limiti e affrontare le sfide un passo alla volta. Quando si raggiunge la vetta, non significa aver sconfitto la montagna, piuttosto che si sono superati i propri limiti.”

Armonia tra corpo e bici: solo così Martin Söderström riesce a destreggiare le situazioni più pericolose negli sport estremi.
Spesso divento consapevole di quanto fossi vicino al dirupo solo dopo aver visto i video registrati.
Martin Söderström

mountain biker

"Non ho la fissazione dell’adrenalina. In realtà sono addirittura abbastanza fifone. So bene che è un paradosso, dato che il mio sport può diventare piuttosto pericoloso. Sulla bici e soprattutto durante una competizione, non è possibile però stare lì a pensarci. Spesso divento consapevole di quanto fossi vicino al dirupo solo dopo essermi rivisto nelle registrazione dopo una corsa. Un trucco che funziona, al quale ho lavorato a lungo, sì che mi aiuta. La precisione è quasi tutto. Tutto deve ingranare. Solo così puoi vincere."

L’ESPANSIONE DELLA COMFORT ZONE.

BMW X3: Carattere offroad e funzionalità extra di classe superiore.

Scopri altro