Sosten­ibili nel DNA

Nel perseguire i suoi obiettivi di sostenibilità e innovazione, BMW adotta un approccio olistico che abbraccia tutta la vita di un prodotto: catena di fornitura, produzione, utilizzo e riciclaggio.

Un esempio? La nuova BMW iX, costruita a Dingolfing. In questa story Christoph Schröder, direttore dello stabilimento BMW…

… e Steffen Aumann, direttore del riciclaggio nel Centro di riciclaggio e smontaggio BMW a Monaco di Baviera-Lohhof, spiegano come si concretizza l’idea di sostenibilità nelle loro sedi.

“Dingolfing è il più grande sito di produzione europeo dell’azienda e lo stabilimento principale per i modelli BMW più prestigiosi. Dal 2016 costruiamo qui anche i veicoli elettrici: sono i veicoli ibridi plug-in delle Serie 7 e Serie 5”, spiega Christoph Schröder.

Oltre allo stabilimento di produzione, Dingolfing ospita anche il centro di competenza globale per la produzione di veicoli elettrici. Moduli delle batterie, batterie ad alta tensione e motori elettrici per i veicoli ibridi plug-in e completamente elettrici del gruppo BMW e la nuova BMW iX: viene tutto prodotto qui.

Anche i chiari obiettivi di riduzione del consumo di risorse sono stati sempre centrati. Ciò vale per l’energia, ma pure per altre risorse come l’acqua. In entrambi i casi, negli ultimi dieci anni varie misure mirate ci hanno permesso di ridurre il consumo per veicolo di oltre il 20%, spiega Christoph Schröder.

Per riuscirci siamo intervenuti a vari livelli, ad esempio modificando la tecnologia impiegata negli edifici, aumentando l’efficienza energetica degli impianti e utilizzando sempre più spesso fonti di energia rinnovabili.

La sostenibilità ha tante sfaccettature, come la progettazione degli imballaggi, la logistica dei trasporti e il riciclaggio, ma anche temi come la biodiversità e la gestione delle risorse idriche.

A livello di stabilimento, il tasso di riciclaggio di Dingolfing supera il 99%. A fare la parte del leone è il reparto pressatura, in cui gli scarti di acciaio e alluminio vengono separati per tipo. Ma il riciclaggio è fondamentale anche negli uffici e nella produzione. In totale vengono separati singolarmente 85 tipi di rifiuti diversi.

“Il massimo risultato nella catena di riciclaggio è sempre riuscire a riutilizzare i componenti”, spiega Steffen Aumann. Dopo aver controllato la funzionalità del veicolo, la batteria ad alta tensione – se presente – viene rimossa e si verifica quali elementi possono essere riutilizzati.

Una volta concluso questo processo, gli esperti disattivano tutti i componenti pirotecnici, come airbag, pretensionatori delle cinture di sicurezza e sistemi di sicurezza. Quindi il veicolo passa su una piattaforma apposita dove vengono rimossi tutti i liquidi presenti all’interno del veicolo.

Sulla piattaforma di smontaggio vengono rimosse le parti destinate al riutilizzo, le parti interne di sviluppo e – se presenti – materiali indesiderati come la batteria di avviamento, tutte le batterie di piccole dimensioni o i pesi di bilanciamento.

Per chi non lo sapesse, anche i privati possono consegnare i loro veicoli BMW dismessi al Centro di riciclaggio e smontaggio, spiega Steffen Aumann.

Per la produzione della BMW iX il gruppo BMW utilizza esclusivamente energia verde. I materiali delle batterie ad alta tensione impiegate nella BMW iX vengono estratti e lavorati a condizioni eque. Lo stesso gruppo BMW provvede all’acquisto di cobalto e litio per metterli quindi a disposizione dei produttori delle batterie.

I fornitori devono rispettare specifiche vincolanti in termini di riciclabilità. Ad esempio, si utilizzano pelle naturale con concia con foglie d’ulivo per gli interni e legno con certificazione FSC per il centro di controllo nella console centrale. In questo modo il cerchio si chiude.