Viaggio in Spagna: le 7 strade più panoramiche

6 MIN TEMPO DI LETTURA
Da sinuosi percorsi di montagna a strade costiere assolate: esplorare la Spagna in auto, con i finestrini abbassati e la musica a tutto volume, è un’esperienza unica. Per darvi qualche idea, abbiamo scelto le 7 strade più panoramiche per un indimenticabile tour della Spagna in macchina.

Potrete esplorare il paesaggio ricco e diversificato della Spagna percorrendo oltre 683.175 chilometri di strade, che collegano località di famosi set cinematografici a ristoranti stellati e coste rocciose a strade di montagna panoramiche.

Ma quale percorso scegliere? Niente paura, vi aiuteremo noi a scoprirlo. State cercando uno di quei viaggi da fare assolutamente almeno una volta nella vita o magari stavate già organizzando un road trip in Spagna o, in generale, un road trip in Europa? Qualunque cosa aveste in mente, dopo aver visto i nostri percorsi, non vedrete l’ora di mettervi in macchina.

La N-340 da Adra a Málaga è un paradiso per chi viaggia in macchina. Rilassatevi, godetevi le spiagge e prendetevela comoda.
1

Viaggio nel tempo in Andalusia

A pochi chilometri dall’autostrada costruita 37 anni fa per assorbire parte del traffico della regione costiera, la vecchia strada costiera N-340 si snoda lungo la Costa del Sol. Essendo ormai poco trafficata, la sensazione che offre è quella di lasciarsi il tempo e i chilometri alle spalle.

Le antiche gallerie scavate nella roccia sembrano lontanissime dalle luci fluorescenti, dalle turbine e dalle insegne verdi delle uscite di emergenza dei moderni sottopassi autostradali. Prendendo la N-340, lasciate il vivace fermento della città di Málaga o Almería e percorrete le strade sinuose della costa, con rocce scoscese da un lato e il Mediterraneo dall’altro.

Percorso: N-340 da Adra via Acantilados de Maro fino a Málaga.

Tempo previsto: 1 ora e 40 minuti.

Adatto per: chi ama viaggiare in macchina. Qui non c’è fretta; l’unica cosa da fare è ammirare il panorama di questa stupenda strada costiera.

Per il vostro diario di viaggio: prendetevi un po’ di tempo in più per la prima tappa di questo viaggio in Spagna. Lo scenografico deserto attorno ad Almería è stato scelto come set per le riprese della serie “Il Trono di Spade” della HBO. Per un breve periodo questo paesaggio ha ospitato i Dothraki. Nella serie compaiono anche la Torre de Mesa Roldan e il parco di Cabo de Gata.

Da non perdere: Salobreña merita una sosta; attraversando il centro storico, potrete ammirare la famosa collina e il castello che domina la città. Per godere della vista migliore, vi consigliamo una pausa all’ultimo piano dell’Hotel Miba, che offre un bar panoramico e una piscina a sfioro.

2

Panoramiche strade di montagna per El Chorro

Scalare le gole di El Chorro è una bella sfida sia per gli escursionisti sia per chi viaggia in macchina. Le strade di montagna, a volte ampie e a volte strette, richiedono abilità e concentrazione alla guida, ma vale decisamente la pena percorrerle.

Le montagne e le formazioni rocciose di El Chorro, nel cuore dell’Andalusia, sono a circa un’ora da Málaga. Da molti anni la regione è particolarmente apprezzata dagli escursionisti per il percorso mozzafiato su passerelle di legno sospese sulle gole a un’altezza di oltre cento metri. El Chorro è noto inoltre per le strade di montagna, a volte ampie e a volte strette, che si snodano attraverso le pareti di roccia scoscese fino alle montagne.

Chilometro dopo chilometro, le montagne si fanno sempre più imponenti e monumentali ma, se possibile, resistete alla tentazione di parcheggiare e scattare foto da ogni angolatura, per non allungare troppo il viaggio.

Percorso: MA-5403 e MA-448 da Ardales a El Chorro.

Tempo previsto: circa 30 minuti.

Adatto per: chiunque ami percorrere strade sinuose ad altezze elevate. Vi piace guidare su strade con molte curve ma senza correre troppo? Allora questo è il percorso ideale per voi.

Per il vostro diario di viaggio: sulla strada verso El Chorro, incontrerete sulla vostra sinistra il suggestivo lago Conde de Guadalhorce. Se desiderate pace e tranquillità, il momento migliore per visitare questa zona è durante la settimana, in primavera o autunno.

Da non perdere: all’arrivo vi aspetta un panorama maestoso. Dopo le ultime curve, la magnificenza dell’azzurro cielo andaluso e le pianure che si estendono di fronte a voi verso est vi lasceranno senza fiato.

“Vorrei assaggiare un po’ di tutto” – Se parlassimo di cibo, questo è il road trip che tradurrebbe alla perfezione un desiderio del genere. La varietà, infatti, è la caratteristica principale della Spagna. Questa particolare strada attraversa i Picos de Europa, una pittoresca catena montuosa di roccia calcarea nella Cordigliera Cantabrica.
3

Strade costiere e splendide montagne da Santander a Gijón

Sinuose e romantiche strade che serpeggiano così vicino alla costa da permettervi di fermarvi a gustare frutti di mare freschi lungo il percorso. Vi piace come idea? Allora viaggiare in macchina nella Spagna del Nord è quello che fa per voi. Per scoprire la magia della regione, prendete l’Autovía A-8, nota come Autovía del Cantábrico. Questa autostrada panoramica attraversa Bilbao, Santander e Gijón per poi arrivare a Baamonde. In alternativa, potete optare per pittoresche strade secondarie, come la N-634, N-621 e N-625, che portano da Santander a Gijón, e per il ritorno la N-634 e la N-632.

Questo percorso spettacolare vi conduce dai litorali alle gole e alle aspre montagne sulla strada verso i vertiginosi Picos de Europa nelle Asturie. L’ultimo tratto del percorso porta di nuovo sulla costa del Mar Cantabrico.

Percorso: da Santander a Gijón sulle strade N-634, N-621, N-625, N-634 e N-632.

Tempo previsto: 4 ore e 30 minuti.

Adatto per: chi desidera avere un assaggio della Spagna del nord senza dover necessariamente scegliere cosa vedere. Non occorre essere piloti professionisti di rally per divertirsi in questo piacevole giro della Spagna in cui si assapora un po’ di tutto.

Per il vostro diario di viaggio: non dimenticate di visitare anche cittadine costiere come Llanes o San Vicente de la Barquera per lasciarvi conquistare dall’oceano, dalle persone e, ovviamente, dal cibo.

Da non perdere: lo straordinario parco dei Picos de Europa si trova in prossimità dell’oceano. Le rocce calcaree delle montagne sovrastano la costa verde del Mar Cantabrico, profonde fenditure, prati in fiore e bizzarre formazioni rocciose. Se amate la pace e la tranquillità, dovreste evitare il mese di agosto e organizzare il vostro tour in macchina a luglio o settembre.

4

Le splendide strade di montagna di Montserrat in Catalogna – BP-1121

Cercate un percorso impegnativo? Lungo il percorso verso il monastero di Santa Maria, l’affascinante strada di montagna di Montserrat racchiude chilometri di panorami mozzafiato fra curve tortuose, alti rilievi e pendii scoscesi.

Avete mai sognato di essere i protagonisti della pubblicità di un’auto e guidare con i capelli scompigliati dal vento, senza nessuna preoccupazione al mondo? Impostate Montserrat nel GPS e accendete il motore. La montagna di Montserrat con in cima il monastero benedettino di Santa Maria è appena 45 chilometri a nord ovest di Barcellona.

Anche da lontano, svettando al di sopra del paesaggio, la montagna catturerà la vostra attenzione regalandovi grandi emozioni. L’affascinante strada di montagna racchiude chilometri di panorami mozzafiato fra tortuose curve a tornante, alti rilievi e pendii scoscesi. Una volta arrivati al monastero, potrete ammirare il maestoso panorama della Catalogna.

Percorso: Barcellona - Strada di montagna di Montserrat – BP-1121.

Tempo previsto: circa 1 ora.

Adatto per: chi desidera mettersi alla prova e affinare le proprie capacità di guida. C’è un motivo per cui le gole del Montserrat sono così famose per i climber: sono infatti le curve tortuose e le strade strette a caratterizzare questo inebriante percorso tra le montagne.

Per il vostro diario di viaggio: il monastero di Montserrat è costruito direttamente nella montagna. Dall’alto, la vista si estende fino a Barcellona. Al suo interno si trova la cosiddetta “Madonna nera”, una statua del XII secolo che raffigura la santa patrona della Catalogna.

Un luogo per una sosta: il ristorante Cal Noio a El Bruc è a due passi dall’Autovía del Nord-Est (A2) e offre cucina tipica catalana di alta qualità da gustare in un meraviglioso giardino.

Questa città moderna e suggestiva è solo una delle numerose località pittoresche offerte dal Circuito basco da e verso Bilbao.
5

La bellezza della campagna basca

Questo circuito, che si estende per circa 480 km, percorre i Paesi baschi spagnoli e francesi, tra i maestosi Pirenei e lungo la selvaggia costa atlantica. Seguite le spettacolari strade di montagna tra paesi e paesaggi incantati. Il percorso panoramico parte da Bilbao, prosegue a sud nel meraviglioso passo di montagna verso Vitoria-Gasteiz e continua a est attraverso la Sierra de Urbasa. Fidatevi: non vi pentirete di aver preso le strade di montagna per ammirare un panorama senza pari.

Una volta a Pamplona, potete prendere la N-135 per varcare i Pirenei e arrivare in Francia e tornare poi indietro in direzione di Bilbao lungo la costa atlantica. Scogliere frastagliate su cui si infrangono le onde dell’oceano, colline boscose e immense pianure: questo viaggio è solo un piccolo assaggio della straordinaria bellezza della Spagna del nord.

Percorso: da Bilbao a Pamplona, Biarritz, San Sebastián e ritorno a Bilbao.

Tempo previsto: 4 ore.

Adatto per: chi segue il mantra “chi va piano va sano e va lontano”. Per questo percorso serve un po’ di energia, visto che è il più lungo e richiede concentrazione, ma il panorama è la migliore ricompensa. E, comunque, non dovete percorrerlo come foste piloti da corsa.

Per il vostro diario di viaggio: il Zubizuri, o “ponte bianco” in basco, sulla Ría del Nervión che attraversa Bilbao. Con la sua struttura bianca e il pavimento di vetro, questo ponte è senza dubbio una delle principali attrattive della città.

Da non perdere: se siete interessati alla cultura, il museo Guggenheim è la destinazione più nota, ma vi consigliamo di visitare anche il Museo delle Belle Arti nel parco cittadino Doña Casilda Iturrizar.

6

Lasciatevi ispirare dalla Valle del Jerte

L’incanto dei ciliegi in fiore nella Valle del Jerte in primavera.

Se siete alla ricerca di un viaggio memorabile da fare almeno una volta nella vita, la Valle del Jerte è quello che fa per voi. Questa spettacolare regione si estende da Plasencia, detta “perla della valle”, fino a Tornavacas, un comune al confine con la provincia di Ávila.

Da Plasencia seguite il Río Jerte per 70 km sulla N-110 verso Barco de Ávila in uno dei percorsi più pittoreschi della Spagna. Le valli e le montagne lungo la strada compongono un paesaggio fantastico.

Percorso: N-110 da Plasencia a el Barco de Ávila.

Tempo previsto: circa 1 ora.

Adatto per: chi viaggia in macchina per godersi il panorama, preferibilmente senza curve. Ovviamente bisogna fare attenzione alla strada, ma ci si può anche un po’ rilassare alla guida lungo questo percorso. L’aspetto migliore è indubbiamente il paesaggio.

Per il vostro diario di viaggio: guidare nella Valle del Jerte è estremamente piacevole in qualsiasi periodo dell’anno, ma vi consigliamo di visitarla a metà aprile, il periodo in cui i ciliegi sono in piena fioritura.

Da non perdere: essendo un’antica città medievale, Plasencia era circondata da mura e una buona parte di esse si è conservata. È possibile visitare una piccola mostra a esse dedicata e percorrerne a piedi un tratto.

Ammirate le onde impetuose dell’oceano dal faro di Punta Nariga. Non è difficile immaginare perché la strada lungo la Costa da Morte è considerata uno dei più bei percorsi in un viaggio in Spagna.
7

Scogliere e fari sulla strada verso la Costa da Morte

La Costa da Morte (“Costa della morte”) si estende per una decina di chilometri lungo la costa della Galizia nella provincia della Coruña. La strada panoramica lungo questa striscia di costa attraversa baie, scogliere e spiagge isolate. Attraversando colline gentili, le strade conducono a promontori come Touriñán, Vilán o Fisterra – la destinazione finale del viaggio – che sembrano emergere dalle impetuose onde dell’oceano burrascoso. Il punto di partenza è il villaggio di pescatori di Malpica, dove le case sembrano incastonate nelle rocce scoscese che sovrastano il porto sull’Atlantico.

Da qui il percorso del viaggio attraversa il mutevole paesaggio della Galizia fino a Ponteceso, Laxe e Muxía e da lì a Fisterra. Vi consigliamo di terminare il tour con una visita al faro di Cabo Fisterra, a tre chilometri dall’arrivo, dove potrete godervi la parte migliore: il tramonto all’orizzonte di un oceano immenso, il mare alla fine del mondo.

Percorso: da Malpica via Soesto e Faro do Cabo a Fisterra.

Tempo previsto: circa 3 ore e 45 minuti.

Adatto per: gli amanti dell’avventura, che desiderano esplorare la diversità della campagna spagnola. Se volete provare vari tipi di strade, questo è il percorso giusto per voi. Percorrerete tratti semplici e lineari in Galizia, ma anche strade serpeggianti che si inerpicano in mezzo alle montagne.

Per il vostro diario di viaggio: il tramonto sull’Atlantico. Molti sono rimasti incantati dal maestoso tramonto sull’oceano ben prima che le auto fossero in circolazione.

Da non perdere: il villaggio di pescatori Corme Porto è conosciuto tra i buongustai per i cirripedi, crostacei raccolti e serviti come prelibatezza locale.

Viaggio in Spagna:

norme stradali

Non importa se guidate la vostra macchina o ne avete presa una a noleggio: quello che è certo è che non volete avere brutte sorprese sulle strade spagnole. Ecco perché dovreste sempre consultare le norme stradali locali prima di arrivare. Di seguito riportiamo le regole stradali più importanti per un viaggio sicuro e indimenticabile.

Limiti di velocità in Spagna:
Aree urbane: 50 km/h 
Aree extraurbane: 90 km/h 
Superstrade: 100 km/h 
Autostrade: 120 km/h

Limite del tasso alcolemico: il limite del tasso alcolemico generale è 0,5 per mille; per i principianti (persone che hanno la patente da un massimo di 2 anni) è 0,3. Ovviamente, il nostro consiglio è sempre quello di non bere prima di mettersi alla guida.

Gilet ad alta visibilità: è obbligatorio indossare un gilet ad alta visibilità quando si esce dalla macchina a seguito di un guasto o in caso di incidente al di fuori delle aree urbane.

Sorpasso di altri veicoli: sulle strade a più corsie e sulle autostrade, il sorpasso di altri veicoli è consentito solo sulla sinistra e non sulla destra.

Pedaggi: contrariamente alla stessa tipologia di strade in Italia, in Spagna sono solo alcune le strade il cui utilizzo prevede il pagamento di un pedaggio. Il pedaggio è segnalato da specifici cartelli con su scritto “Autopista de peaje”.

Assicurazione: per sicurezza, dovreste leggere quali tipi di danni sono coperti dalla vostra assicurazione in caso di incidente. Lo stesso vale per una macchina a noleggio. La cosa migliore, ovviamente, è non avere incidenti; scoprite cosa fare se la macchina inizia a sbandare.

Utilizzo del telefono: quando siete alla guida, potete utilizzare il telefono solo con un kit che vi permetta di avere le mani libere.

UNFOLD.

The BMW Z4.

Scopri di più