Per sapere di più su modelli, prodotti e servizi BMW:

BMW nel tuo paese

Scegli un altro paese

Car Design: l’auto del futuro in 7 passaggi

7 MIN TEMPO DI LETTURA
Il design di ogni nuovo modello di BMW rimane segreto fino alla produzione della serie. Qui puoi seguire il processo di progettazione della nuova BMW X5. Un esclusivo dietro le quinte nello studio di progettazione BMW.

Un linguaggio dalla forma completamente rinnovato, con poche linee, ma più precise, una calandra più grande e interni di lusso: la nuova BMW X5 ha molti nuovi elementi di design. Ma chi dà forma alle auto del futuro e quali sono i passaggi necessari?

Domagoj Dukec, direttore Design BMW i e BMW M, presenta il pacchetto M Sport della BMW X5 durante una sessione decisionale.

La particolarità della BMW è che il design del veicolo nasce da una competizione interna. I designer della BMW competono tra loro presentando le loro bozze. Durante diversi cicli vengono scelte le bozze migliori finché, alla fine, la bozza vincitrice entrerà nella produzione della serie.

Il processo di design automobilistico presso BMW dura diversi anni. Qui l’intero processo viene spiegato in sette passaggi:

01

Anteprima: individuare i trend

Innanzitutto occorre comprendere il futuro del veicolo e il contesto in cui si inserirà. I designer devono capire in anticipo cosa sarà considerato moderno e all’avanguardia nel mondo di domani. E i cambiamenti che potrebbero subire le esigenze dei clienti BMW fino ad allora.

I designer cercano le loro ispirazioni da varie fonti: dalla moda e dall’architettura da tutto il mondo fino alla natura. Ma possono anche ottenere delle idee dai progetti segretissimi dei veicoli e dalle concept car del team di pre-sviluppo.

02

Questioni di carattere: le bozze

La competizione ha inizio dalle bozze. I designer BMW mettono giù le loro idee realizzando numerosi schizzi a mano libera.

“Il primo contatto che ho con un nuovo modello è attraverso un foglio bianco e una matita”, dice Anders Thøgersen, designer di esterni della BMW X5. “Hai in mente un determinato spirito e carattere che vorresti conferire all’auto. Questi primi schizzi non rispondono a tutte le domande. Ma rappresentano una linea guida astratta per il successivo processo di progettazione.”

Tuttavia, i designer BMW non hanno del tutto carta bianca. Al contrario, devono soddisfare i requisiti per il carattere definito del veicolo nonché rispettare le condizioni tecniche relative, ad esempio, all’interasse, al volume del bagagliaio o i requisiti di sicurezza.

Tutte le innovazioni tecniche disponibili vanno implementate in maniera tale che i futuri utenti le percepiscano come funzionali, utili e visivamente affascinanti al tempo stesso. “Una BMW dovrebbe sempre mostrare di primo acchito quello che può far provare”, afferma il designer di esterni Anders Thøgersen.

Noi designer lavoriamo molto al computer. Anche se i nostri strumenti più importanti rimangono gli occhi e le mani.
Anders Thøgersen,

Anders Thøgersen, designer di esterni BMW X5

03

Precisione: la tecnica tape drawing

Oltre che sugli schizzi, i designer rappresentano le bozze dei loro veicoli in scala 1:1 sulla parete utilizzando la cosiddetta tecnica del tape drawings. Qui i designer riproducono le proporzioni del veicolo sui piani di base utilizzando un nastro flessibile. I piani di base sono una specie di mappa del futuro veicolo con tutte le caratteristiche tecniche e strutturali.

“Quando si inizia il tape drawing, si riesce subito a immaginare in maniera più chiara l’auto nella tua testa“, spiega il designer di esterni Anders Thøgersen.  “Quella che era un’idea sulle bozze, adesso acquista un significato concreto.”

Nel tape drawing, con poche linee distintive, si riesce a distinguere non soltanto il carattere, ma soprattutto il volume reale dell’auto. “E una volta terminato il tape drawing, non sto nella pelle nel vedere il design in un modello 3D”, dice Thøgersen.

Pertanto, il tape drawing rappresenta il modello per il passaggio successivo.

Quella che era un’idea sulle bozze, adesso acquista un significato concreto.
Anders Thøgersen,

designer di esterni BMW X5

04

Esperti virtuali - Modelli digitali

Adesso nel processo di progettazione si aggiungono tecnologie digitali all’avanguardia. I software di progettazione CAS (Computer Aided Styling) creano un modello virtuale tridimensionale a partire dalle bozze bidimensionali. Tra le altre cose, si avvalgono della realtà virtuale.

Non da ultimi, gli occhiali digitali facilitano la cooperazione tra i vari reparti. Il designer, il software di progettazione e lo sviluppatore non sono più vincolati fisicamente da un modello. Così il processo di progettazione si velocizza e consente inoltre di creare un contesto – così il nuovo modello può essere rappresentato nel rispettivo ambiente. È sufficiente condividere il processo di progettazione attraverso gli occhiali VR.

05

Forma: il clay modelling

Finora le bozze erano bidimensionali: adesso il processo di realizzazione della forma diventa tridimensionale. I designer che hanno già concluso con successo il processo di selezione hanno la possibilità di elaborare in 3D il loro design in scala 1:1. Questi modelli sono realizzati in argilla.

“Un modello in argilla è essenziale per un’elaborazione perfetta delle superfici, delle linee e dei dettagli”, dice Anders Thøgersen. “Il design BMW può essere concepito solo con la tridimensionalità e le dimensioni originali. Per me è eccitante il momento in cui vedi gli schizzi davanti a te come un’entità completa, una creatura da ammirare.”

Una volta che il modello in argilla è pronto, i designer lo avvolgono con una pellicola speciale che riproduce l’effetto della vernice. Questo consente di valutare le linee, le superfici e le proporzioni di un modello in argilla in differenti condizioni di luminosità.

Ci vuole circa un mese per ottenere il grado di perfezione desiderato di un modello. Poi si passa alla successiva fase decisionale fino a quando il Consiglio BMW, circa due anni prima dell’avvio della produzione del veicolo, non decreta il vincitore tra gli ultimi due schizzi rimasti.

1 / 5
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.
Il modello in argilla ultimato viene coperto con una pellicola speciale. Ciò rende possibile vedere gli effetti delle luci e delle ombre.

Parola chiave: argilla

L’argilla è una sostanza industriale. Viene scaldata e poi può essere modellata. Un modello in argilla si compone di una struttura in legno e metallo, avvolta con della schiuma. Solo lo strato superiore è in argilla. La struttura grossolana viene prefresata sulla base dei dati CAS; il resto viene sempre modellato a mano fino a raggiungere la perfezione. Tra gli utensili ci sono lame, spatole, spugne e spazzole.

06

Vista interni: realizzazione del design interno

I designer di interni realizzano e perfezionano i loro modelli nello stesso momento dei designer di esterni. Anche loro lavorano con l’argilla in questo processo. E sulle cosiddette panche da seduta danno vita a tutti gli interni – dai sedili ai dettagli fino alle superfici e ai materiali.

Anche in questo processo gli occhiali VR sono di grande supporto. Consentono, ad esempio, di osservare virtualmente gli interni dell’auto come se si fosse seduti dentro.

“Desideriamo offrire al cliente uno spazio che sia al tempo stesso moderno, accogliente e funzionale”, spiega Eva Günther, designer di interni della BMW X5. “Uno spazio in cui il cliente può godersi il piacere di guidare, ma può anche rilassarsi o lavorare.“

07

Perfezionismo: la messa a punto

Il designBMW  dispone di un proprio team per i dettagli di design nonché per i colori e i materiali. I professionisiti della microfinitura perfezionano gli interni e gli esterni del veicolo e tutti gli elementi fino al centesimo di millimetro. In questa fase è molto importante instaurare una stretta collaborazione tra designer, ingegneri e tecnici di produzione.

A partire da questo momento passeranno alcuni mesi e anni prima che la nuova BMW X5 venga presentata in pubblico.

Nel mondo ci sono tre centri di design BMW: a Monaco di Baviera, a Shanghai e a Newbury Park (California). I team lavorano a stretto contatto oltre i confini nazionali.

Cookies

Usiamo i cookie per ottimizzare questo sito web e aggiornarlo continuamente a seconda delle tue preferenze. Per ulteriori informazioni sull’uso dei cookie su questo sito web, fai click su “Cookie”. Se fai click su “Si, accetto” i cookie verranno attivati. Se non vuoi che vengano attivati, puoi escluderli qui . I settaggi possono essere modificati in qualsiasi momento nell’area “Cookie”.