The future according to …

5 min tempo di lettura
Questa è una rubrica audio sugli sviluppi della tecnologia, della scienza, della società e della cultura. Analizzando le tendenze del momento attraverso gli occhi di una persona esperta in un campo diverso, scopriremo nuove prospettive e possibilità. Ogni ospite condivide il proprio punto di vista personale su un argomento e vi invita a partecipare al viaggio per dare un’occhiata al futuro. Sintonizzatevi per trovare nuove fonti di ispirazione!

Il 20 giugno 2022

Attiva le notifiche push

Mobilità innovativa, nuovi e avvincenti trend e un altissimo numero di giri: abbonati adesso alle notifiche per i nuovi contenuti.

L'abbonamento successo.

L'abbonamento fallito. Se hai bisogno di aiuto segui il link per il supporto.

In questo episodio si parla della magia del suono e di come toni ed emozionanti effetti sonori influenzano la guida del futuro con Andy Kerr, Director of Product Marketing & Communications di Bowers & Wilkins, specialisti inglesi di audio top level.

Andy Kerr conosce l’importanza del suono e sa come l’interazione tra tecnologia e visione possa proiettare le orecchie in un viaggio affascinante. In questo episodio scopriamo nuovi orizzonti ed esploriamo insieme a Kerr come i suoni stiano dando forma a un’esperienza completamente nuova e al lusso del benessere nella mobilità futura.

La tecnologia dei diffusori oggi è più innovativa che mai.
Andy Kerr, Director of Product Marketing & Communications, Bowers & Wilkins

La gioia di spingersi oltre i limiti, sempre e comunque

Andy Kerr lavora nel settore audio da 27 anni. Ha lavorato nella stampa e nei media digitali prima di entrare nel team di ricerca e sviluppo di Bowers & Wilkins. Nei dieci anni trascorsi in Bowers & Wilkins, ha partecipato alla progettazione, allo sviluppo, al rilascio e al lancio di tutti i principali prodotti per la casa, il settore automobilistico e i dispositivi mobili che l’azienda produce attualmente.

I musicisti devono esercitarsi per mesi prima di riuscire a suonare perfettamente una canzone. Allo stesso modo, gli ingegneri audio di Bowers & Wilkins, in collaborazione con BMW, investono centinaia di ore in test e messe a punto per creare un suono fedele all’interno di un’automobile: entrambi sono accomunati dalla gioia di spingersi costantemente oltre i limiti tecnici e visivi. Non fa differenza che si tratti di un sistema audio domestico con un tweeter fatto di diamanti sintetici o di altoparlanti per auto con tecnologie da studio, come quelli della BMW X7, della BMW Serie 8 e della nuova BMW i7 (➜ Leggete anche: BMW i7: La nuova luca sulla strada): i diffusori e i sistemi audio per auto Bowers & Wilkins (➜ Leggete anche: Le 6 canzoni migliori per testare l’impianto audio) combinano un design innovativo con una produzione di precisione e devono superare test approfonditi.

L’abitacolo della BMW diventa così, grazie a uno spettro acustico equilibrato, una zona mobile di benessere oppure un cinema itinerante grazie al Theater Screen abbinato all’impianto audio della nuova BMW i7.

Il futuro di audio e acustica

Immergetevi nell’emozionante mondo dei suoni e dei toni e sperimentate come l’interazione tra tecnologia e visione possa proiettare le orecchie in un viaggio affascinante. Andy Kerr, Director of Product Marketing & Communications presso gli specialisti inglesi di prodotti audio di altissimo livello Bowers & Wilkins, offre una panoramica sulla magia del suono e di come toni ed emozionanti effetti sonori influenzeranno la guida del futuro.

Ascoltare la musica come se l’artista stesse suonando dal vivo all’interno dell’auto

Il lavoro per l’impianto audio dell’auto inizia fin dalle prime fasi del ciclo di vita del veicolo. Molto presto, in effetti. È probabile che gli ingegneri di Bowers & Wilkins vedano una nuova macchina molto prima che sembri un prodotto finito. Anche questo è un aspetto positivo, perché i diffusori vengono sviluppati innanzitutto dal punto di vista acustico, prima che, in una fase successiva del processo di sviluppo, entri in gioco il design industriale. Dal momento che lo spazio in auto è molto ridotto, gli ingegneri di Bowers & Wilkins lavorano a stretto contatto con i progettisti BMW (➜ Leggete anche: Car design: il DNA di BMW) per ottimizzare il posizionamento di ciascun altoparlante rispetto agli occupanti.

L’obiettivo comune è quello di sviluppare un sistema che dia all’ascoltatore, anche a bordo del veicolo, la sensazione di trovarsi dal vivo in studio con l’artista che sta ascoltando. E questo sentimento è profondamente radicato nella storia dell’azienda: molte delle registrazioni degli album e delle colonne sonore più ascoltati di tutti i tempi sono state realizzate nei famosi studi di Abbey Road, a Londra, e la maggior parte è stata ascoltata per la prima volta con diffusori Bowers & Wilkins.

Questa convinzione, che può essere riassunta nel semplice concetto di “true sound”, continua a guidare la progettazione e lo sviluppo dei diffusori Bowers & Wilkins ancora oggi.

In prospettiva, il design degli interni dei veicoli si evolverà per creare spazi nuovi e diversi. Questo ci apre molte più possibilità di intervenire in quegli spazi per creare qualcosa. Dal punto di vista dell’ascolto, ogni viaggio in auto diventa una sorta di esperienza di lusso.
Andy Kerr, Director of Product Marketing & Communications, Bowers & Wilkins
1 / 4
Bowers & Wilkins e BMW sono uniti dal piacere di spingersi costantemente oltre i confini tecnici e visivi.
2 / 4
Ogni singolo diffusore per gli interni BMW è progettato individualmente. Ogni modello è dotato di una configurazione specifica per garantire la migliore esperienza sonora per la migliore riproduzione musicale.
3 / 4
La filosofia di progettazione dei diffusori è rimasta invariata sin dalla fondazione di Bowers & Wilkins nel 1966. Il fondatore John Bowers una volta ha detto: “Il miglior diffusore non è quello che dà di più, ma quello che perde di meno”.
4 / 4
Il suo obiettivo è quello di creare diffusori che siano “per l’orecchio ciò che una lastra di vetro perfettamente trasparente è per l’occhio, consentendo il chiaro passaggio di un’immagine sensoriale, non distorta e fedele all’originale in ogni sua minima sfumatura”.

Autore: Markus Löblein; Art: Lucas Lemuth; Foto: Bowers & Wilkins; Collage: Caroline Wabra; Sound: Julia Niedermeier, David Georgos