Il rodaggio auto e 5 consigli per la macchina nuova

6 MIN TEMPO DI LETTURA
L’auto nuova è pronta per il primo giro: la carrozzeria è lucente, il profumo di auto nuova vi entra dentro e vi chiedete: serve il rodaggio auto? E poi a che altro devo pensare? Questa guida vi chiarirà queste e altre domande.

L’acquisto dell’auto è concluso, la vostra macchina nuova è finalmente davanti al garage. Ma prima di salire, allacciare la cintura e premere sull’acceleratore, prima di farvi il primo giro con la vostra auto nuova, dovete pensare ad alcune cose. Gli esperti BMW rispondono alle domande più importanti sulla vostra macchina nuova - e spiegano anche perché non è più necessario cambiare l’olio motore dopo 1.000 chilometri. Per i modelli BMW i e M sono previste direttive specifiche. Gli acquirenti di tali modelli riceveranno indicazioni in tal senso.

La check-list

Prima del giro inaugurale con l’auto nuova
Scaricate qui
1

Fare conoscenza: ecco come un’auto nuova diventa la vostra auto

Frecce e clacson li trovate senza grossa fatica in ogni auto. Ma molti componenti e numerose funzioni cambiano da produttore a produttore e da una generazione di auto all’altra. Occorre dunque che vi prendiate del tempo per conoscere la vostra auto nuova. In questo può essere di grande aiuto il manuale d’uso. Vi fornirà le risposte alle domande più significative.

Ma non è solo per motivi di praticità che dovreste conoscere la vostra macchina nuova. Quello che conta di più è la sicurezza. L’inizio di una coda, le auto nello specchietto retrovisore: ma dove si sono cacciate le quattro frecce? Per non trovarvi in situazioni come questa dovreste sapere dove si trovano in macchina le cose più importanti. Come ad esempio il pulsante per lo sbrinatore, i gilet ad alta visibilità, il triangolo d’emergenza e il kit di pronto soccorso.

Prima di mettervi in moto, dovreste conoscere le risposte alle seguenti domande:

  • Dove e come si rabboccano i liquidi quali carburante, olio motore, liquido per i tergicristalli, liquido di raffreddamento ed eventualmente il liquido AdBlue?
  • Dove si trovano i dati sulla corretta pressione degli pneumatici?
  • Dove si trovano la ruota di scorta, il kit di riparazione e gli utensili di bordo?
  • Come funzionano i sistemi di assistenza al conducente della vostra nuova macchina?
Solamente una corretta posizione dei sedili dell’auto permette il massimo della sicurezza.
Peer-Oliver Wagner

Direttore dell’Ergonomia BMW

2

Posizione dei sedili dell’auto & Co.: ecco come impostare correttamente la vostra auto nuova

Sedere comodi e sicuri: è così che dovrebbe essere. Questo perché, se sedete al volante in una posizione tesa o contratta, potrebbe diminuire la vostra concentrazione. Per questa ragione: imparate a conoscere le diverse possibilità di regolazione dei sedili dell’auto!

 

Ecco come trovare la posizione ideale del vostro sedile:

  • La distanza tra sedile e pedali deve essere scelta in modo tale che il ginocchio si pieghi leggermente quando premete sul pedale del freno o della frizione.

  • Occhio alla carreggiata: impostate l’altezza del sedile in modo tale da vedere strada e strumentario.

  • Non dovete sdraiarvi, dovete stare seduti: impostate lo schienale del sedile in modo da poter stare il più possibile dritti. La distanza dal poggiatesta è limitata, le spalle sono a contatto con lo schienale e le braccia non sono completamente distese.

  • È importante che tra volante e petto ci siano circa 30 cm. In questo modo, nel caso in cui debba servire, si lascia sufficiente spazio all’airbag. Avete trovato la posizione migliore per la sicurezza quando il vostro polso poggia sulla parte superiore del volante e le vostre spalle continuano a toccare lo schienale. Durante la guida, entrambe le mani devono essere sempre sul volante in posizione 9:15.

  • Spesso si trascura la posizione del poggiatesta: il bordo superiore deve trovarsi su una linea immaginaria che lo collega alla punta delle orecchie. La distanza tra testa e poggiatesta dovrebbe essere quindi la minore possibile, dato sempre che la visuale laterale e il relativo movimento della testa non vengano ostacolati.

  • Per concludere sistemate gli specchietti laterali e lo specchietto retrovisore in base alla posizione individuata per il sedile dell’auto. Nella visuale degli specchietti laterali devono essere ben identificabili le dimensioni dell’automobile. Al contempo, dovreste poter riconoscere la più gran parte possibile dell'ambiente circostante. La linea dell’orizzonte divide a metà l’immagine dello specchietto. Importante: tenete a mente i possibili punti morti.

  • Non esitate ad ottimizzare ulteriormente le impostazioni dopo i primi chilometri: è solo la pratica al volante che mostra dove c’è ancora bisogno di miglioramenti.

 

Tra le preimpostazioni più utili, poi, vi è anche la funzione di memoria di molti dispositivi: impostate nel sistema di navigazione il vostro indirizzo di casa. Collegate il vostro cellulare al sistema multimediale e salvatelo tra i preferiti delle impostazioni. Salvate anche la temperatura del climatizzatore che preferite. Configurate i sistemi di assistenza al conducente secondo le vostre necessità: ad esempio, potete definire la sensibilità con la quale reagisce il sistema quando vi avvisa di uno scontro.

3

Dagli occhiali da sole alle catene da neve: gli accessori più importanti

Il triangolo d’emergenza e il kit di pronto soccorso devono essere a bordo di qualunque auto nuova, esattamente come un gilet ad alta visibilità per ciascun passeggero.

In Italia e in altri Paesi non deve mancare nemmeno un disco orario. Importante: il Codice della Strada non perdona! Ci sono caratteristiche precise per quanto riguarda colore e dimensioni ed è necessario esporre sul cruscotto quando parcheggiate sulle strisce bianche contrassegnate dal cartello specifico. Se non lo avete rischiate una multa.

Inoltre dovreste avere con voi anche alcuni oggetti importanti che vi possono tornare utili. Dovreste avere sempre a portata di mano degli occhiali da sole, magari nel vano portaoggetti o in altri vani speciali. Quando il sole è basso potreste esserne pericolosamente abbagliati:  ciò ha provocato numerosi incidenti.

Ugualmente importante per la visibilità è un raschiaghiaccio. Partire con la macchina dopo una notte gelata e con il parabrezza ricoperto di ghiaccio non è soltanto pericoloso, ma può anche costare caro. Se infatti vi fermano e avete il parabrezza ghiacciato rischiate una sanzione.

Se doveste guidare su neve e ghiaccio, dovreste portare con voi anche i seguenti oggetti:

  • catene da neve, soprattutto se andate in montagna.
  • cavi per batteria e guanti, per il caso in cui si scarichi la batteria.
  • una bottiglia con liquido antigelo di ricambio per i lavavetri.
  • in caso di neve abbondante, si raccomanda anche una pala, per liberare un parcheggio completamente ricoperto dalla neve. Per i viaggi più lunghi dovreste avere anche una copertadi lana e un thermos.
Nei primi chilometri evitate di mettere alla prova la vostra auto. Questo vale per il motore e per la trasmissione, ma anche per freni, pneumatici e carico.
Torben Flenner

Responsabile consegna delle vetture BMW Welt

4

Rodaggio auto: ecco come farlo correttamente

Molti automobilisti si chiedono: al giorno d’oggi è ancora necessario fare il rodaggio di un’auto nuova? Oppure è diventato superfluo con l’avanzare della tecnica? La risposta non lascia dubbi: sì e no.

“Fate il rodaggio del motore!” Prima questa era una legge ferrea. E ancora adesso si consiglia: per i primi 2.000 chilometri evitate di guidare su di giri. In questa fase, in generale, con le auto con cambio automatico dovreste evitare piena ammissione e kick down. Gli esperti consigliano di non superare i 3.500 giri e la velocità di 150 km/h con auto a Diesel e i 4.500 giri e la velocità di 160 km/h con auto a benzina. In questo modo date tempo al motore e alle trasmissioni di ingranare. Toccati i primi 2.000 chilometri potete aumentare progressivamente giri e velocità. È particolarmente dannoso chiedere il massimo al motore quando è freddo. Questo è vero, però, non solamente nei primi tempi, ma anche nel corso di tutta durata della vita dell’auto. Allo stesso modo non dovreste spegnere il motore subito dopo averlo sottoposto ad uno sforzo significativo: dopo averlo fatto lavorare a piena ammissione, guidate ancora per qualche chilometro con carico minore.

Durante la fase di rodaggio seguite questi consigli:

  • Nei primi 300 chilometri, gli pneumatici nuovi non raggiungono ancora il massimo grip. È la distanza necessaria perché un agente antiagglomerante proveniente dalla produzione si stacchi dalla superficie del profilo. Adeguate la vostra guida a questa situazione.

  • I freni dell’auto offrono il massimo dell’efficienza solo dopo i primi 500 chilometri pieni. Il motivo? Le pastiglie e i dischi dei freni devono prima ingranare le une con gli altri. Guidate con la necessaria cautela.

  • Anche ammortizzatori e sospensioni hanno bisogno di tempo per dare il massimo. Pertanto non dovreste esercitare il massimo del carico sulla vostra auto nuova nei primi 1.000 chilometri.

Se molti consigli su come fare il rodaggio sono validi anche per i motori moderni, non si tratta più di una tappa obbligata per un'auto nuova: oggi non si deve più cambiare l’olio motore dopo i primi 1.000 chilometri. Osservate queste indicazioni anche nel caso in cui cambiate singoli componenti della vostra macchina in un secondo momento.

5

Che fare dei documenti dell’auto? Conservateli bene

Rodaggio auto nuova? Fatto. Acquisto degli accessori? Fatto. Ora dovete pensare solamente ai vari documenti: in ogni Paese esistono dei documenti ufficiali per ciascun veicolo. In Italia, quando comprate un’auto nuova vi verranno dati il certificato di proprietà e il libretto di circolazione. In realtà dall’ottobre 2015 il certificato di proprietà è esclusivamente digitale. Pertanto non dovete più preoccuparvi di dove conservarlo. Se avete ancora quello cartaceo, non sarà necessario presentarlo ad un eventuale posto di blocco. È quindi meglio riporlo in un posto sicuro, come la cassaforte di casa o una cassetta di sicurezza in banca.

Un altro documento dell’auto è il libretto di circolazione, che deve essere lasciato in macchina o messo nel portafogli. Se vi fermano e avete dimenticato il libretto, ad attendervi ci sarà una multa che.

Ma adesso basta con tutti questi documenti. Godetevi il piacere di guidare la vostra auto nuova!

Animazioni: Johanna Noack

Pronti a tutto.

Accessori originali BMW.

Maggiori informazioni