Il nome BMW e la sua storia

3 min tempo di lettura
La sigla BMW evoca il piacere della guida. Ma cosa significa veramente questo acronimo? E come è nata questa sigla? In questo articolo vi raccontiamo la movimentata storia di un brand in continuo movimento.

Cosa significa BMW? Il significato di BMW è Bayerische Motoren Werke. Il nome rimanda in parte all’origine dell’azienda, nata nell’attuale Stato Libero di Baviera, uno dei più grandi Land della Germania. In secondo luogo, fornisce un indizio sulla gamma originale di prodotti realizzati da BMW: motori per i campi più svariati.

L’attuale BMW Bayerische Motoren Werke AG nasce dalla Rapp Motorenwerke GmbH, che costruiva motori per aerei dal 1913. Durante la prima guerra mondiale, Rapp serviva l’aeronautica militare dell’allora Impero tedesco. Le automobili non erano ancora entrate nella vita della maggior parte della popolazione. Chi doveva affrontare viaggi lunghi, usava il treno.

Da Rapp Motorenwerke a BMW

La Rapp Motorenwerke aveva la sua sede principale a Monaco di Baviera, come la  Gustav Otto Flugmaschinenfabrik, dove i motori venivano montati sugli aerei. Quando la ditta Otto dichiarò bancarotta nel 1916, dalle sue ceneri nacque la Bayerische Flugzeugwerke AG (BFW). Poco dopo, anche la Rapp Motorenwerke cambiò nome: a partire dal 1917, l’azienda si chiamò Bayerische Motoren Werke GmbH. Il legame tra la Rapp e l’origine di BMW AG è evidente anche nel logo.

Nel 1918, lo stabilimento di BMW era ancora fuori dalla città. Oggi, la BMW Group Classic ha sede negli edifici di rappresentanza della Moosacher Straße, a Monaco di Baviera.

La momentanea scomparsa del nome BMW

Nell’agosto 1918, BMW Bayerische Motoren Werke diventa una società per azioni. Ma la fine della prima guerra mondiale decreta anche la fine della produzione dei motori aeronautici: il trattato di pace di Versailles proibisce alla Germania di costruire motori aeronautici. BMW passa a produrre freni per uso ferroviario e motori integrati, e ha un tale successo che la società Knorr-Bremse AG di Berlino acquisisce la maggioranza di BMW nel 1920 e si trasferisce a Monaco di Baviera. I Bayerische Motoren Werke spariscono dalle scene come azienda indipendente, ma non per molto.

I Bayerische Motoren Werke negli anni ’70. La foto mostra il momento di un cambio turno nello stabilimento di Monaco-Milbertshofen.

La seconda fondazione di BMW

Nel 1922, Camillo Castiglioni, grande investitore e pioniere delle costruzioni aeronautiche, era l’azionista principale di Knorr-Bremse AG. Acquistò il nome aziendale BMW e si dedicò alla costruzione di motori con i dipendenti, gli impianti di produzione e il logo aziendale e trasferì tutto alla BFW, la Bayerische Flugzeugwerke AG.

Lo stesso anno, l’azienda si trasferì negli stabilimenti della BFW nella Lerchenauer Straße e cambiò il suo nome in Bayerische Motoren Werke AG. Così, il nome BMW venne di nuovo iscritto nel registro delle imprese.

Uno showroom di BMW a Berlino nel 1929.

BMW AG è anche l’erede legittima di BFW AG. Nell’ex-stabilimento di BFW a Monaco Milbertshofen sorgono ancora oggi la sede centrale e lo stabilimento principale di BMW Group. Anche gli anni delle costruzioni aeronautiche hanno lasciato una traccia nella storia del brand: la data della fondazione della BFW, il 7 marzo 1916, è considerata la data di nascita ufficiale di BMW.

Nel 1923 venne lanciata sul mercato la prima motocicletta di BMW, la R 32. Nel 1933 fu la volta della BMW 303, la prima automobile costruita in proprio completamente nuova. Alla fine della seconda guerra mondiale, BMW sospese la produzione di motori aeronautici.

Scoprite tutti i predecessori di BMW nella nostra galleria

1 / 8
La produzione alla Rapp Motorenwerke di Monaco di Baviera. A partire dal 1917, l’azienda assunse il nome di Bayerische Motoren Werke GmbH.
La produzione alla Rapp Motorenwerke di Monaco di Baviera. A partire dal 1917, l’azienda assunse il nome di Bayerische Motoren Werke GmbH.
La Rapp Motorenwerke era specializzata in motori per aerei militari.
La Gustav Otto Flugmaschinenfabrik montava i motori della Rapp Motorenwerke sugli aerei.
Il fondatore dell’azienda Gustav Otto davanti a uno dei suoi aerei.
L’azienda berlinese Knorr-Bremse acquisì BMW nel 1920 e si trasferì a Monaco di Baviera. La foto mostra la produzione dei compressori per freni nel 1947.
Il maggiore azionista di Knorr e pioniere delle costruzioni aeronautiche Camillo Castiglioni trasferì i diritti del nome BMW, assieme alla costruzione di motori, alla Bayerische Flugzeugwerke BFW.
Nel 1917, lo stabilimento della Bayerische Flugzeugwerke BFW si trovava alle porte di Monaco di Baviera.
Oggi, questo stabilimento di Monaco Milbertshofen ospita la sede principale di BMW AG, con la sua caratteristica e famosa torre e il BMW Welt (davanti a sinistra).

Cosa vuol dire BMW?

La sigla BMW significa Bayerische Motoren Werke (fabbrica motori bavarese) AG. BMW è nata nel 1917 dalla Rapp Motorenwerke di Monaco. Nel 1920, BMW venne acquisita dalla Knorr-Bremse AG. Nel 1922 venne di nuovo fondata la BMW AG, erede della Bayerische Flugzeugwerke AG fondata nel 1916. Per questo, il 1916 è considerato l’anno di nascita di BMW.

Altri articoli su BMW explained

OUR BRANDS. OUR STORIES.

La BMW Group Classic

Scopri di più