Come la BMW sta alimentando l'hype (la curva di successo) degli eSports. Gli eSports sono da tempo un fenomeno di massa globale, che prese inizio negli anni '90 come una sorta di party in rete, poi divenuto un business miliardario in cui, oggi, la BMW recita un ruolo importante. La casa bavarese ha forgiato un'alleanza tra le migliori squadre del mondo, dando una svolta al sistema al punto da diventare quello che si può definire un “game-changer”. Con innovazioni rivoluzionarie e trasferimento di tecnologia, la celebre marca di automobili premium sta alimentando il successo degli eSports e cambiando un'intera industria. GAME OVER è un concetto ancora molto lontano per la BMW.
Il nostro coinvolgimento negli eSports costituisce un'importante pietra miliare che fornisce, per la prima volta, una nuova intersezionalità ed interazione con una comunità dinamica e in rapida crescita. Gli eSports contribuiscono a far sì che la BMW sia ogni giorno sempre più un marchio capace di generare emozione e con cui le persone si possano relazionare.
Stefan Ponikva

Head of BMW Brand Communication and Experience

Gli eSports sono sulla bocca di tutti. Così tutti sanno di cosa si tratta. Wikipedia dice che gli eSports sono una forma di competizione sportiva che utilizza i videogiochi. Vero, ma non solo. Gli eSports sono anche pura emozione: un'onda emotiva formatasi in Asia e sviluppatasi in uno Tsunami di passione che ora coinvolge il mondo intero. Si tratta di un fenomeno capace di riempire stadi di calcio in tempi pre-Covid. E poi… sì, è un vero sport. I giocatori hanno bisogno di resistenza e concentrazione, devono dimostrare abilità strategica, reagire rapidamente e saper azionare con precisione tastiera, manettini di controllo o volante. Costituiscono una sfida per la mente ma anche per il corpo. È stato dimostrato che gli eSports aumentano la frequenza cardiaca, proprio come gli altri sport. Tuttavia, le discipline non si chiamano calcio, cricket o basket, ma League of Legends, Dota 2 o Valorant.

Se le squadre sono le fondamenta su cui è costruita #UnitedInRivalry, gli eventi BMW eSports rappresentano il vertice dell’edificio. Il più grande spettacolo che la BMW celebra con gli appassionati è il “Berlin Brawl”. La BMW rende possibile ciò che altrimenti sembrerebbe impossibile: i giocatori avversari delle sei squadre BMW si affrontano in un torneo in cui l’obbiettivo primordiale è divertirsi e che si svolge, assieme alle normali partite, in un’atmosfera rilassata coi concorrenti che non possono fare a meno di scherzare pur volendo essere i migliori. Questo è il vero spirito #UnitedInRivalry.

Col possente sostegno della BMW tutto sembra possibile. Al BMW eSports Boost che ha luogo al BMW Welt di Monaco di Baviera, la prestigiosa casa automobilistica tedesca del settore premium è riuscita a riunire alcuni dei più importanti protagonisti del settore - dagli esperti, agli editori ai presidenti e amministratori delegati di rinomate organizzazioni eSports. Si è discusso del futuro degli eSports e si sono celebrate alcune prime mondiali. Per un giorno, il BMW Welt è stato l'epicentro degli eSports facendo sensazione nell’industria di settore.

Ecco perché dal 2020 la BMW collabora con organizzazioni globali che sono tra le migliori in queste discipline. Ai cinque membri fondatori di questa alleanza davvero unica, Cloud 9, FNATIC, FunPlus Phoenix, G2 eSports e T1, si è aggiunto un altro peso massimo, OG eSport. Lo spirito competitivo di queste squadre e la sana rivalità che si è sviluppata tra loro nel corso degli anni sono ben note nel mondo degli eSports. Allo stesso tempo, queste organizzazioni condividono una passione sconfinata per il loro sport. Costituiscono #UnitedInRivalry. Inoltre, la BMW ha rappresentanti di spicco anche nelle competizioni SIM racing.

BS+COMPETITION, G2 eSports e Team Redline rappresentano infatti la BMW su varie piattaforme di simulazione.

IL BMW BERLIN BRAWL

1 / 6
2 / 6
3 / 6
4 / 6
5 / 6
6 / 6

L'eSports dispiega tutta la sua potenza dal vivo. Quando giocatori e appassionati possono interagire, accade la magia. Per questo motivo, gli eventi “live” sono un pilastro importante della strategia eSports della BMW. Il più grande format live di BMW eSports è il Berlin Brawl, dove le star dei sei team BMW si sfidano in partite non troppo serie in cui il fattore di divertimento è dominante e sconfinato. Un altro evento di alto profilo è il BMW eSports Boost, durante il quale BMW eSports trasforma il BMW Welt nell'epicentro degli eSports. Alcuni tra i più importanti protagonisti del settore - da esperti ed editori del settore ai presidenti e amministratori delegati di prestigiose organizzazioni eSports - esaminano le più eccitanti tendenze future.

UNITI NELLA PERFORMANCE

La BMW ha qualcos'altro da dare agli eSports, qualcosa che è come il cuore e l’anima del marchio bavarese: eleganti veicoli sportivi dal design emozionale. Virtualmente, BMW eSports sta dando alla comunità globale di Rocket League l'opportunità unica di cimentarsi nel videogioco ricco d’azione con la nuova BMW M240i (consumo combinato 8,8 - 8,1 l/100 km secondo WLTP, emissioni di CO2 combinate: 200 - 185 g/km secondo WLTP).

1 / 5
2 / 5
3 / 5
4 / 5
5 / 5

Ci sono anche accattivanti modelli BMW con un design eSports sulle strade reali. L'impegno della BMW include infatti la fornitura di veicoli ufficiali per le squadre di #UnitedInRivalry e di sim racing. Ogni organizzazione avrà un'auto di squadra con una livrea personalizzata dai colori sorprendenti, che combina motivi disegnati in stile fumetto con il logo di ogni rispettiva organizzazione.

Tutto questo dimostra quanto grande sia l’impegno della BMW negli eSports. GAME OVER è un concetto ancora molto lontano per la BMW.

BMW INNESCA UNA VERA RIVOLUZIONE HARDWARE

Tuttavia, il più grande vantaggio per gli eSports risiede nelle competenze tecnologiche all’avanguardia che conferiscono alla BMW una posizione di leader tra tutti i produttori di automobili del settore premium. I sogni diventano realtà. Il miglior esempio è “The Rival Rig”, un hardware di gioco rivoluzionario. O la piattaforma Motion della BMW per sim racing che consente un'esperienza di guida ultra-realistica. Questi prodotti che cambiano l'industria sono stati concepiti, quasi ideati a partire da un sogno o audace visione, dalla RIVALWORKS, ovvero la divisione di tecnologia virtuale della BMW. Ha fatto la sua prima apparizione nella serie manga virtuale "Heroes of Rivalry", con la quale BMW, insieme ai suoi team partner, ha offerto agli appassionati di eSports un formato di narrazione totalmente inedito e innovativo. A sorpresa per alcuni, RIVALWORKS ha ora costruito i suoi primi prodotti reali.

Stiamo entrando in un altro livello del nostro coinvolgimento negli eSports: RIVALWORKS. Questo vede la BMW immergersi nel mondo virtuale, con gruppi target totalmente nuovi.
Stefan Ponikva

Head of BMW Brand Communication and Experience