WHAT’S YOUR REASON NOT TO CHANGE?

0 min tempo di lettura
Da nuove situazioni nascono nuovi punti di vista. È giunto il momento di guardare al di là del proprio naso ed entrare in territori sconosciuti. Perciò vi chiediamo: What’s your reason not to change?

Il 15 dicembre 2020

Attiva le notifiche push

Mobilità innovativa, nuovi e avvincenti trend e un altissimo numero di giri: abbonati adesso alle notifiche per i nuovi contenuti.

L'abbonamento successo.

L'abbonamento fallito.

Se hai bisogno di aiuto segui il link per il supporto.

1 / 4
2 / 4
3 / 4
4 / 4
Emissioni di CO2 0 g/km (in combinazione)
Consumo di carburante 0 l/100 km (in combinazione)
Consumo energetico 21 kWh/100 km (in combinazione)

WHAT’S YOUR REASON NOT TO CHANGE?

Esistono sempre moltissimi motivi per cambiare.

Ma diciamoci la verità: spesso è più facile trovare ragioni per non farlo. Magari è il momento sbagliato o non è il luogo più adatto. Forse ritenete che la tecnologia non abbia ancora raggiunto i massimi livelli o che quel design abbia un aspetto un po’ strano.

In BMW i crediamo che non esistano ostacoli insuperabili: possiamo e dobbiamo affrontare i cambiamenti. Ecco perché per dieci anni siamo stati pionieri della mobilità elettrica e, anche in futuro, non ci fermeremo davanti agli sviluppi tecnologici.

Ciò significa anche che desideriamo avere un dialogo aperto e onesto con i nostri critici più severi: voi.

Vogliamo ascoltare le vostre opinioni e poterne discutere tranquillamente come partner: questa è la trasparenza che puntiamo a raggiungere.

Crediamo fermamente nella visione del marchio e nella qualità dei nostri prodotti. Tuttavia, per noi è importante sentire come, secondo voi, possiamo contribuire a migliorare la mobilità.

Per tale motivo, poniamo la seguente domanda: “What’s your reason not to change?”

Nel momento in cui accettate che insieme possiamo costruire un futuro ricco di possibilità, non ci sono più scuse per non compiere il primo passo. Non ci sono più motivi per non cambiare.

Perciò non esitate a condividere con noi i vostri pensieri: andremo avanti insieme, un passo alla volta. Plasmate con noi il futuro e i desideri diverranno realtà.

La BMW iX mostra come possiamo donare un design moderno ed espressivo alle nuove tecnologie. La tecnica alla base è molto complessa, ma non lo sembra affatto a chi la utilizza. La BMW iX offre uno stile di vita confortevole su quattro ruote, in cui tutte parti tecnologiche compaiono solo quando sono necessarie.
Adrian van Hooydonk

Vicepresidente senior BMW Group Design

 

THE iX

IN PRIMA LINEA VERSO UNA NUOVA EPOCA

Scopri altro
La BMW iX rivoluziona il segmento SAV premium. Con un’autonomia di oltre 600 km, è ideale sia per l’uso quotidiano sia per le lunghe distanze. Gli ampi interni offrono sensazioni di spazio mai provate prima, mentre gli esterni si distinguono per un design minimalistico e monolitico, che sottolinea il carattere dell’auto. La BMW iX sarà il vostro nuovo posto preferito su quattro ruote.

A COSA STATE PENSANDO?

Ogni giorno, riceviamo migliaia di commenti da parte dei clienti, perciò sappiamo che avete dubbi e domande. Ci farebbe piacere ascoltarli e potervi rispondere.

“Perché la griglia radiatore è così brutta?”

Quando si vedono innovazioni e design moderni, le reazioni sono due: alcune persone sono subito entusiaste, altre li ritengono strani e addirittura antiestetici. Ciò accade soprattutto perché si tratta di qualcosa di insolito, diverso dalle aspettative. Ma per fare la differenza bisogna tirare fuori nuove idee, percorrere strade diverse e provare look mai visti prima. L’intera zona frontale della BMW iX è stata reinterpretata per creare un aspetto futuristico ed espressivo. In termini di design, mette volontariamente in evidenza il modo progressista in cui si presenta, insieme ai fari gemelli, i più piccoli mai prodotti in serie per BMW. La griglia a forma di rene, comunque, non è particolare solo nel look, ma soprattutto per le numerose innovazioni tecniche. Dato che la trazione elettrica necessita solo di una quantità minima di aria di raffreddamento, la griglia radiatore è completamente chiusa e, quindi, trasformata in un pannello intelligente, con tecnologia a sensori, sistemi di pulizia ed elementi riscaldanti.

“Perché BMW ha impiegato così tanto tempo a sviluppare una nuova auto elettrica?”

Con i3 e iX3 sul mercato, BMW è entrata definitivamente in gioco. La i3 ha definito un nuovo standard per la mobilità elettrica ed è passata subito in prima posizione, ma ora, con la iX3, stiamo creando un SAV completamente elettrico che offre ottime prestazioni e piacere di guida agli utenti di tutto il mondo. E questo è solo il primo passo. Dobbiamo farne ancora molti altri, ma nella giusta direzione. Pur continuando a cercar di migliorare la nostra idea di mobilità elettrica, con la BMW iX volevamo porre una grossa pietra miliare. Tuttavia, per fare la differenza, bisognava rispondere a molte domande e superare diversi ostacoli. La BMW iX è un SAV elettrico che non si adegua allo status quo, ma ridefinisce il segmento, non solo per quanto riguarda l’efficienza: migliora la connettività, le prestazioni e il design. Ma non le novità non sono finite! Una di queste è la BMW i4, che sarà rivelata nel 2021.

“I tempi di ricarica sono infiniti.”

Dipende, ma in generale sono una seccatura inferiore rispetto a quanto vogliono far credere i più critici. Se utilizzate una presa di ricarica CA normale, come quelle che avete attaccate ai muri, sicuramente per caricare un veicolo elettrico sarà necessaria una notte intera. Invece, se ne utilizzate una CC ad alta potenza, come quelle che solitamente si trovano in autostrada o nei parcheggi, gestite ad esempio dal nostro partner IONITY, per la maggior parte delle esigenze la durata sarà di soli 10 minuti, ovvero il tempo di un caffè. Un’altra cosa da considerare è la quantità di elettricità quotidiana necessaria. La maggior parte degli utenti utilizza l’auto per brevi tratte, con una distanza media di 65 km al giorno. Pertanto, solo in rari casi avrete bisogno di una ricarica completa: solitamente, vi basterà caricare l’auto mentre siete a casa o al lavoro. Inoltre, con la tecnologia a ricarica rapida o intelligente, avrete sempre abbastanza energia per le esigenze quotidiane. La nuova BMW iX, ad esempio, può essere ricaricata dal 10 all’80% in meno di 40 minuti con una presa CC da 150 kW, consentendovi di guidare per centinaia di chilometri. Se, invece, siete di fretta, avrete fino a 120 km in 10 minuti. Riassumendo, la ricarica ottimizzata sostituisce la necessità di riempire il serbatoio vuoto: le routine di utilizzo e ricarica di un veicolo elettrico permettono quasi sempre di vivere la quotidianità senza problemi.

“Le auto elettriche non hanno un’autonomia sufficiente.”

Di nuovo, si tratta di una questione del passato. I giorni in cui un veicolo elettrico doveva fermarsi per una ricarica ogni 80-90 km appartengono a un’altra epoca. L’ansia da autonomia è un fattore rilevante per molti critici, ma in realtà la tecnologia è migliorata rapidamente, quindi anche l’autonomia è aumentata. Se si osservano gli ultimi modelli di veicoli elettrici, si vede che è alle stelle. Ad esempio, la nuova BMW iX ha un’autonomia superiore ai 600 km (WLTP) a carica piena. Ciò è dovuto soprattutto ai livelli di consumo energetico molto efficienti, inferiori a 21 kWh ogni 100 km, stando al ciclo di prova di WLTP. Il design aerodinamico del telaio della iX, che offre un coefficiente di resistenza aerodinamica di soli 0,25, è un fattore fondamentale, che rende la BMW iX la migliore della classe e le consente di aggiungere maggiore autonomia generale. Come dimostrato dalla maggior parte degli studi, tali livelli superano le esigenze quotidiane di quasi tutti gli utenti medi, anche aggiungendo un weekend fuori. E se bisogna guidare più a lungo, come per una vacanza o un viaggio di lavoro, sarà sufficiente una ricarica notturna o una breve sosta presso una stazione di ricarica pubblica.

“Non è divertente guidare le auto elettriche, tolgono il piacere di guida.”

Questo è uno dei dubbi più resistenti, spesso insinuati da chi continua a essere a favore del petrolio. Noi pensiamo che sia solo un mito. La BMW iX offre prestazioni eccezionali, rese possibili da due potenti motori elettrici e dalla trazione integrale. In questo modo, la BMW iX non è solo super efficiente, ma arriva ai livelli di un’auto sportiva: oltre 500 cavalli e accelerazione silenziosa da 0 a 100 km/h in meno di cinque secondi. Aggiungeteci l’idea unica di carrozzeria dal peso ottimizzato in modo intelligente, sviluppata grazie ad anni di esperienza e basata su una combinazione innovativa di alluminio leggero, acciaio e carbonio: avete ancora dubbi sul piacere di guida delle auto elettriche BMW?

“Perché BMW non è come Tesla?”

Per rispondere in breve: perché non è ciò che vogliamo. Tesla e BMW sono due società completamente diverse, con storie molto diverse. Tesla è un’azienda di software che a un certo punto ha iniziato a sviluppare auto. BMW è un produttore di veicoli tradizionale. E ci piace pensare che oltre un secolo di esperienza, in cui abbiamo dato vita a diversi modelli leggendari, creato un numero da record di innovazioni, scoperto parti fondamentali della dinamica di guida, inventato design iconici, ci siamo fatti un nome negli sport motoristici e abbiamo portato qualità, maturità e molto altro ancora, sia sufficiente. Che ne pensate? Abbiamo davvero bisogno di essere come qualcun altro? Una BMW è inconfondibile, anche se è distante, e ne siamo molto fieri. Entrambe le società hanno pregi e difetti e, sicuramente, condividiamo con Tesla il desiderio di plasmare il futuro della mobilità. Ma noi siamo BMW. Non c’è niente di meglio.

“I veicoli elettrici non sono più ecosostenibili di quelli con motore a combustione.”

Per comprendere l’impronta ecologica generale dei veicoli elettrici, bisogna guardare il modo in cui viene prodotta l’elettricità usata per ricaricarli: se proviene da fonti rinnovabili, come l’energia idroelettrica o eolica, l’utilizzo quotidiano del veicolo avrà un impatto quasi pari a zero. Se, invece, l’elettricità proviene dal carbone, l’impronta sarà più rilevante. Un altro aspetto che può influenzare l’impatto sull’ambiente è il modo in cui vengono prodotte le batterie stesse, un processo che può generare grandi quantità di CO2. Ma anche prendendo in considerazione l’energia tradizionale e la produzione di batterie, un veicolo elettrico avrà sempre un impatto inferiore rispetto a uno con motore a combustione. In ogni caso, lo sviluppo del settore continua a fare passi da gigante. Ad esempio, BMW si è impegnata a utilizzare solo energia verde per produrre le celle delle batterie di quinta generazione, che troverete nella iX3, nella iX e presto anche nella i4. Inoltre, a partire dal 2017, BMW acquista e produce elettricità proveniente da fonti rinnovabili per la propria produzione. La strada verso veicoli elettrici più verdi è già davanti a noi.

Il design monolitico con poche linee precise dona all’auto carattere e modernità. La BMW iX è audace e al contempo pulita ed elegante.
Domagoj Dukec

Responsabile di BMW Design

THE BMW iX

-

IN PRIMA LINEA VERSO UNA NUOVA EPOCA

In origine c’era una visione. Poi è nato un pioniere della mobilità elettrica. Grazie all’efficiente tecnologia BMW eDrive e alla trazione integrale elettrica, la BMW iX raggiunge livelli di autonomia eccellenti e un’accelerazione da 0 a 100 km/h impressionante. Il design esterno monolitico offre un look moderno ed espressivo, mentre quello interno, caldo e accogliente, garantisce una sensazione di spazio unita a tecnologie all’avanguardia. Cinque persone possono mettersi comode senza difficoltà. Scoprite il vostro nuovo posto preferito su quattro ruote: la BMW iX.

FATTI E NUMERI:

  • Oltre 600 km di autonomia*

  • Trazione integrale elettrica con due assi e oltre 500 cavalli (370 kW)*

  • Da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi*

  • Ricarica per 120 km in 10 minuti

  • Ricarica dal 10 all’80% in meno di 40 minuti presso le stazioni di ricarica rapida pubbliche

* Valori basati sul ciclo di prova di WLTP