Il suono della notte: Nabihah Iqbal x BMW Nightride

5 min tempo di lettura
Il BMW Nightride passa al turno successivo, stavolta con la BMW M240i xDrive Coupé a Londra. Come sempre, il video è accompagnato da appositi ritmi di artisti selezionati. La musicista e produttrice Nabihah Iqbal ha composto un brano che celebra l’esaltante sensazione di vivere la sua città natale, Londra, in una BMW Serie 2. Siamo andati con lei per conoscerla meglio.

Il 25 marzo 2022

Guidare ascoltando musica è una combinazione imbattibile. Per Nabihah Iqbal è una sensazione straordinaria, che ogni persona conosce e nella quale può identificarsi. Una sensazione che suscita innumerevoli emozioni e che dà libero sfogo al senso di libertà e alla voglia di avventura. Sempre in movimento, pieni di aspettative per quello che verrà. Nabihah raccoglie tutte queste emozioni nel suo brano per il BMW Nightride London, perché è convinta: quando ci si mette completamente in gioco nel momento, si prova la vera gioia.

E il brano di Nabihah è la trasformazione in musica della gioia che si prova aspettando che accada qualcosa a cui teniamo. Inizia in modo calmo e aumenta lentamente di intensità. Proprio come il battito del cuore diventa più intenso ogni volta che si preme sull’acceleratore. Ciò si addice non solo alla pulsante metropoli di Londra, ma anche alla dinamica BMW Serie 2 (➜ Cliccate qui per il BMW Nightride London).

-

Durante il BMW Nightride, abbiamo accompagnato Nabihah Iqbal nella BMW M240i xDrive Coupé e le abbiamo fatto alcune domande sulla sua passione per la musica, la sua città natale, Londra, e naturalmente sulla BMW Serie 2 Coupé. Guardate qui:
Emissioni di CO2 186-200 g/km (in combinazione)
Consumo di carburante 8.2-8.8 l/100 km (in combinazione)

Chi è la donna che si cela dietro questa colonna sonora?

Nabihah Iqbal e il suo lavoro sono soprattutto una cosa: poliedrici. Nella sua attività, riunisce gli angoli più remoti della terra e crea un’armonia eclettica. Nabihah è una musicista, produttrice, DJ e conduttrice di programmi radiofonici. La sua musica si muove tra ritmi elettronici e strumenti dal vivo, che possono essere una chitarra come un sitar. Per la stazione radio londinese NTS, Nabihah intraprende due volte al mese un viaggio esplorativo intorno al mondo per sperimentare diverse culture e tradizioni attraverso la musica.

Ma non è solo il suo stile musicale a essere vario. Infatti, del suo lavoro fa parte anche una moltitudine di progetti interdisciplinari, soprattutto nel campo dell’arte visiva. Ha già collaborato con l’artista cinese Zhang Ding, è stata incaricata dalla Tate Gallery di comporre musica per il Turner Prize, ha fatto parte di una performance di gruppo come parte di una retrospettiva di Basquiat e ha esplorato larelazione tra intelligenza artificiale e musica con un’artista visiva che è anche una fisica quantistica.

Al centro della sua vita c’è la musica

Nabihah, figlia di genitori pakistani, è nata e cresciuta nel cuore di Londra, costantemente circondata dalla diversità culturale. I suoi genitori hanno incoraggiato presto il suo talento musicale, ma prima della sua carriera musicale è arrivata l’università. Nabihah ha studiato storia, etnomusicologia e storia sudafricana e poi ha completato un’ulteriore formazione giuridica. Parallelamente ai suoi studi, si è dedicata sempre più intensamente alla musica, che oggi è il centro della sua vita.

Nabihah è ora “artist in residence” presso l’istituzione culturale Somerset House. In questo edificio classico del XVIII secolo, artisti, designer e pensatori lavorano e sperimentano sotto lo stesso tetto. Nabihah sta attualmente registrando lì il suo secondo album.

Autore: Jelena Pecic; Foto: Dennis Branko; Creative Video Producer: Noelani Dreksler; Director Video: Joe Elliott