BMW

Per sapere di più su modelli, prodotti e servizi BMW:

BMW Serie X5: non è una questione di etàBMW Serie X5: non è una questione di età

BMW Serie X5: non è una questione di età

5 min tempo di lettura
Un’incantevole strada di montagna e due diverse BMW X5 con padre e figlio al volante: il divertimento alla guida è assicurato. Il meteo rischia di rovinare tutto, ma non glielo permetteranno.

Il 4 febbraio 2022

CHE TE NE PARE?

Puoi ascoltare questo articolo su Changing Lanes, il podcast ufficiale di BMW. 

Oltre a questo e ad articoli, su Changing Lanes trovi episodi nuovi tutte le settimane, ricchi di approfondimenti esclusivi su tecnologia, design, stili di vita, automobili e tanto altro – a presentarli i nostri host Nicki e Jonathan. 

Cerca Changing Lanes sulle principali piattaforme di podcast e abbonati.

Questo episodio del podcast è stato registrato nella primavera del 2020.

CHE TE NE PARE?CHE TE NE PARE?

La nebbia inghiotte tutti i rumori. Qui, sulle Alpi di Berchtesgaden, non ci sono persone in vista. Ogni tanto un raggio di sole fa capolino tra le nuvole e, all’improvviso, risuona un rombo discreto, ma profondo. Ed ecco comparire agilmente una BMW fiammante sulla strada panoramica del Rossfeld. Si tratta di una BMW X5 E53 (4.6is) del 2002, con un motore a otto cilindri. Alla guida della BMW X5 Youngtimer rossa si trova un uomo, di cui si può distinguere solo un ampio sorriso.

Incontro generazionale

BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05 BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05
Emissioni di CO2 39-27 g/km (in combinazione)
Consumo di carburante 1,7-1,2 l/100 km (in combinazione)
Consumo energetico 27,7-24,3 kWh/100 km (in combinazione)

A poca distanza, segue un altro SAV, la BMW X5 G05 (xDrive45e) attuale. Il colore e il suono sono meno vistosi, ma di certo non manca di agilità. Il giovane uomo al volante ha lo stesso sorriso del conducente della X5 E53. Ciò non dovrebbe sorprenderci, dato che sono padre e figlio. Max Hesse, che guida la BMW X5 PHEV blu scuro attraverso le curve della strada panoramica del Rossfeld, è un membro del BMW Junior Team. Suo padre Mario, invece, pilota un classico, una BMW X5 prima serie.

Il motto di questa giornata sulle Alpi di Berchtesgaden è “sempre più in alto”. Ha un doppio significato: il primo riguarda la strada panoramica del Rossfeld, che è la strada continua a maggiori altitudini in Germania (➜ Leggete anche: Da non perdere per chi ha la passione dei motori) ed è circondata da possenti montagne. Il secondo si riferisce alle ambizioni dei protagonisti: insieme ai colleghi del BMW Junior Team, Max Hesse guida una BMW M6 GT3 nella Nürburgring Endurance Series attuale. Il suo talento è dovuto certamente anche alla genetica: un tempo Mario Hesse si dedicava all’automobilismo amatoriale.

BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05 BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05

Fermatisi a un parcheggio, i due Hesse ammirano le loro X5. Max racconta che la prima volta in cui si è seduto in un kart aveva solo tre anni. All’epoca, la prima versione dei modelli BMW X5 era sul mercato già da quattro anni. Pertanto, Max Hesse è nato dopo rispetto all’auto che avrebbe guidato da grande. Quindi afferma: “Mio padre è ed è sempre stato il migliore supporto che ci si possa immaginare. Mi ha insegnato davvero molto”. E gli ha anche trasmesso il talento.

Buon sangue non mente

Parliamo di geni: il DNA della famiglia BMW X5 è evidente. Entrambe le auto portano con orgoglio le griglie a forma di rene tipiche di BMW (➜ Leggete anche: Un marchio in divenire: 13 versioni della griglia BMW), le silhouette si somigliano, il gomito di Hofmeister è più o meno riconoscibile e tutte e due se la passano alla grande. I cerchi da 20 pollici con gomme 315 non fanno sfigurare la BMW X5 Youngtimer accanto ai 21 pollici in alluminio della BMW X5 hybrid plug-in (➜ Leggete anche: Panoramica delle auto elettriche). “Sorprendentemente, i due SAV BMW X5 hanno molte cose in comune a livello visivo”, commenta Max Hesse.

BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05 BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05

Circa 20 anni fa, i bavaresi hanno presentato l’avo di tutti i SAV BMW, il fondatore della grande famiglia della Serie X: da X1 a X7, passando per X4. È presente anche un ramo più sportivo, chiamato M, a cui appartengono, ad esempio, X3 M o X6 M. La famiglia ha persino un lato elettrico, i modelli BMW i, come iX3 o iX (➜ Leggete anche: 10 anni di BMW i).

BMW X5: piacere di guidare ad alto livello

Con tutti i modelli X, il piacere di guidare (➜ Leggete anche: Lo slogan BMW e la sua storia) non manca. È una caratteristica di BMW, sin dalla sua nascita. A dimostrazione, eravamo rimasti al sorriso soddisfatto di Mario Hesse: la vigorosa X5 E53 del gruppo BMW Classic sfreccia tra curve e salite senza problemi, facendo divertire l’ex pilota di kart a livello amatoriale. Ai suoi tempi, Mario affrontò persino un certo Michael Schumacher, mentre ora si gode la magnifica coppia da otto cilindri (➜ Leggete anche: Coppia auto spiegata).

BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05 BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05

La BMW X5 ultima serie offre un tipo diverso di piacere di guidare. Il suo motore in linea a sei cilindri con Turbo è supportato da un motore elettrico, che consente di fornire un massimo di 600 Nm di coppia (➜ Leggete anche: Il migliore motore BMW). Se si parla di apici e vette, non si può ignorare che la potenza del doppio motore della BMW G05 permetta di oltrepassare le salite come se nulla fosse. Ed ecco che si spiega perché Max Hesse ha un sorriso disinvolto quando è alla guida della nuova X5.

Meraviglioso dinamismo di guida

Sin dal suo lancio, la BMW X5 del 2002 ha impressionato per il suo dinamismo, fino a quel momento impensabile per i veicoli adatti a ogni terreno (➜ Leggete anche: The Old World). In seguito, questa caratteristica è rimasta anche nelle BMW X5 seconda serie e in tutti i modelli successivi. Lo confermano anche i due Hesse quando si scambiano l’abitacolo. Anche il veicolo progenitore unisce le funzionalità fuoristrada (➜ Leggete anche: Viaggio verso la felicità) con il talento sportivo in maniera sorprendente. Il test BMW X5 è superato a pieni voti!

BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05 BMW X5 BMW X5 E53 BMW X5 G05

Rapido cambio di posto e si riparte sulle alpi invernali (➜ Leggete anche: Il Grand Tour della Svizzera). Ora, il giovane guida il vecchio e l’anziano guida il nuovo. Max Hesse è affascinato dal suono della youngtimer (“Fa un rumore davvero fantastico”), mentre Mario Hesse è impressionato dalle caratteristiche confortevoli della BMW X5 nuova serie. Con un confronto diretto, gli interni mostrano chiaramente lo sviluppo del settore automobilistico degli ultimi 20 anni. Il livello di comfort della BMW X5 G05 è decisamente più elevato rispetto a quello dei suoi predecessori.

Il piacere di guidare non è una questione di età

Il piacere di guidare non è assolutamente una questione di età, né per Mario e Max Hesse né per le due BMW X5. Il gap generazionale non esiste. O, per meglio dire, esiste solo se una persona preferisce il vecchio stile o i veicoli più contemporanei. E Mario Hesse? Subito si lancia nella “vecchia” BMW X5, mentre Max apre sorridendo la porta del conducente della BMW X5 electric hybrid. Borbottando, il SAV rosso a otto cilindri esce dal parcheggio, seguito dal PHEV. In un attimo, scompaiono verso valle nella nebbia. È tornata la pace sulla montagna.

Autore: Nils Arnold; Foto: Marc Wittkowski